La Libia di Gentiloni e quei privati che salvaguardano il nostro patrimonio artistico

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Independent, Tiempo argentino, Bloomberg Business Week e New York Times.
La Libia di Gentiloni e quei privati che salvaguardano il nostro patrimonio artistico

POLITICA


 

Italia: ministro Gentiloni nega l'intervento militare in Libia per l'emergenza immigrazione

Buenos Aires, 18 mag 08:33 - (Agenzia Nova) - Il governo italiano ha riferito sabato che, per il momento, "né i paesi europei né l'eventuale risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite prevedono un intervento militare in Libia". La dichiarazione del ministro è coincisa con un peggioramento della situazione interna in Libia, dove sempre sabato almeno sette bambini hanno perso la vita durante alcuni attacchi contro la città orientale di Bengasi. Il ministro degli Esteri italiano, Paolo Gentiloni, ha dichiarato nel corso della sua partecipazione ad un programma televisivo che sia gli accordi raggiunti tra i paesi dell'Unione Europea così come la possibile risoluzione Onu "autorizzano solamente la confisca e il sequestro di imbarcazioni in mare e l'identificazione attraverso meccanismi di Intelligence di barconi in acque territoriali, prima che imbarchino i presunti migranti clandestini". Gentiloni ha ribadito che "non c'è una misura unica che possa risolvere il problema".

Leggi l'articolo del Tiempo argentino


Italia: Abbas incontra Renzi e Mattarella a Roma

Rio de Janeiro, 18 mag 08:33 - (Agenzia Nova) - Il primo ministro italiano, Matteo Renzi, ha ricevuto venerdì il presidente dell'Autorità nazionale palestinese (Anp), Mahmoud Abbas, per un incontro di mezz'ora presso la sede del governo a Roma. I due leader non hanno rilasciato dichiarazioni dopo l'incontro, ma stando alle indiscrezioni il riconoscimento dello Stato palestinese è stato uno dei principali temi affrontati nel breve colloquio. Abbas ha poi tenuto due incontri privati con il ministro degli Esteri italiano, Paolo Gentiloni, e con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Sabato Abbas ha incontrato papa Francesco in Vaticano e ieri è stato presente alla messa di canonizzazione di due suore palestinesi nella Basilica di San Pietro.

Leggi l'articolo del Jornal do Brasil

 

Renzi alle prese con la grana delle pensioni

New York, 18 mag 08:33 - (Agenzia Nova) - La sentenza della Corte Costituzionale che ha imposto al governo del premier italiano Matteo Renzi la reindicizzazione delle pensioni superiori a 1.500 euro mensili crea nell'immediato un problema da 2 miliardi di euro per i già provati conti pubblici italiani. A tanto ammonteranno gli stanziamenti previdenziali aggiuntivi che il Tesoro effettuerà nel mese di agosto per rispettare la sentenza della Corte, giunta ben tre anni dopo la riforma del governo Monti. Intervistato dalla Rai, Renzi non ha nascosto il suo disappunto per la sentenza, che costringe il governo a rivedere i piani di bilancio a sole due settimane dalla loro revisione formale da parte delle autorità europee.

Leggi l'articolo del New York Times

 

 

ECONOMIA


 

Italia, una storia di due economie

Londra, 18 mag 08:33 - (Agenzia Nova) - Dopo tre anni di recessione, l'economia italiana è cresciuta dello 0,3 per cento nel primo trimestre e, secondo le previsioni, dovrebbe crescere dello 0,7 per cento nel 2015, spinta dall'euro debole, dal ribasso del petrolio e dal programma di acquisto di bond della Banca centrale europea. Le differenze tra Nord e Sud, tuttavia, sono marcate, osserva il settimanale britannico "The Economist", "un divario più profondo del normale": "il paese, in effetti, è fatto di due economie".

Leggi l'articolo dell'Economist

 

La ripresa di Renzi: l'Italia mostra segnali di crescita

New York, 18 mag 08:33 - (Agenzia Nova) - Un breve video di Bloomberg Television Elenca i segnali di ripresa economica dell'Italia guidata dal premier Matteo Renzi: nel primo trimestre la terza economia dell'eurozona è cresciuta come mai dal 2011; la fiducia delle imprese migliora. La giornalista Francine Lacqua di “Bloomberg” sottolinea come il merito di questa prima e pur stentata ripresa non possa che essere riconosciuto al premier italiano, che in un anno di governo ha impostato e realizzato più riforme di qualunque suo predecessore da decenni a questa parte. E' anche vero – sottolinea la giornalista – che le riforme non producono certo effetti immediati, e che il colpo di coda dell'economia italiana – almeno per il momento – ha anche fare più con fattori esogeni come l'euro debole, che con un effettivo mutamento dell'ambiente produttivo e dei consumi interno.

Leggi l'articolo del Bloomberg Business Week

 

Starace: "L'era del carbonio sta per finire"

Londra, 18 mag 08:33 - (Agenzia Nova) - In un'intervista video al "Financial Times", Francesco Starace, amministratore delegato del colosso italiano dell'energia Eni, parla della crescita delle energie rinnovabili, del miglioramento dell'efficienza energetica, dell'impatto del crollo dei prezzi petroliferi sulla compagnia e del governo Renzi e prevede la fine imminente dell'era del carbonio.

Leggi l'articolo del Financial Times

 

 

SOCIETA'


 

Il patrimonio culturale italiano è a rischio per incuria e cattiva gestione, ma gli sponsor privati sono stati coinvolti per salvaguardare dei capolavori

Londra, 18 mag 08:33 - (Agenzia Nova) - Dopo il caso della "Deposizione" di Raffaello della Galleria Borghese di Roma, il capolavoro a rischio per le inadeguate condizioni di aerazione, il quotidiano britannico "The Independent" si sofferma sulla problematica gestione del patrimonio culturale in Italia. Il ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, è impegnato in una grande campagna di raccolta fondi da parte di privati, e si vede qualche segnale positivo, ma è evidente che le sponsorizzazioni non basteranno. L'Italia spende per la cultura solo lo 0,2 per cento del prodotto interno, contro il due per cento della Francia. Sullo stesso giornale si parla anche dell'iniziativa dei sindaci di tre comuni – Gangi in Sicilia, Carrega Ligure in Piemonte e Lecce nei Marsi in Abruzzo – di mettere in vendita case a un euro per tentare di salvare i loro paesi.

Leggi l'articolo dell'Independent

 

Il “Made in Italy” è una risorsa culturale

New York, 18 mag 08:33 - (Agenzia Nova) - Il concetto di "Made in Italy" va valorizzato non tanto in termini di prodotto, ma come asset culturale: lo ha dichiarato il co-ad di Prada Spa, Patrizio Bertelli, in una intervista a “Bloomberg News”.

Leggi l'articolo del Bloomberg Business Week

 

L'Expo di Milano: il mondo in un weekend

Londra, 18 mag 08:33 - (Agenzia Nova) - Nonostante le polemiche suscitate, l'Expo di Milano, sul tema "Nutrire il pianeta, energia per la vita", con 145 paesi del mondo coinvolti, attende venti milioni di visitatori. I consigli del settimanale britannico "The Sunday Times", domenicale del quotidiano "The Times", per visitare in un fine settimana un sito che si estende per quasi un miglio con 150 punti di attrazione.

Leggi l'articolo del Times

 

 

PANORAMA INTERNAZIONALE


 

Germania, Francia e Italia sviluppano il drone europeo

Berlino, 18 mag 08:33 - (Agenzia Nova) - Germania, Francia e Italia vogliono sviluppare insieme un drone armato. Oggi, in un incontro a Bruxelles, i ministri della Difesa dei tre paesi sottoscriveranno una dichiarazione d'intenti sul progetto. L'esperta di difesa dei Verdi tedeschi, Agnieszka Brugger, ha parlato però di una "violazione del tabù militare" da parte del ministro della Difesa Ursula von der Leyen (Cdu). "Così la decisione è stata presa definitivamente: Ursula von der Leyen non vuole solo acquistare droni armati per l'esercito tedesco (Bundeswehr, ndr) ma intende addirittura svilupparli e rivenderli. Secondo la dichiarazione d'intenti, la "nuova generazione di droni europei" potrà essere pronta tra il 2020 e il 2025.

Leggi l'articolo dell'Handerlsblatt

 

La formula per un governo stabile si trova in Italia

Tel Aviv, 18 mag 08:33 - (Agenzia Nova) - Il nuovo governo di coalizione israeliano può contare ala Knesset su un totale di appena 61 seggi su 120: la maggioranza è di appena un voto, e questo potrebbe voler dire nuove elezioni, scrive il quotidiano “Haaretz”, che prende a modello il governo italiano e sostiene che l’unica formula valida per un esecutivo stabile è quella di replicare l’Italicum anche a Israele. Secondo l’analisi del quotidiano israeliano “c’è un altro modo per ripristinare la stabilità di governo, è drastica e brutale e probabilmente sgradevole a molti: è la legge appena approvata dal Parlamento italiano su iniziativa di Matteo Renzi, il giovane primo ministro determinato a consegnare una governance stabile in Italia, che da molti anni soffre coalizioni di governo instabili”. Il sistema del premio di maggioranza al partito più votato, secondo l’analisi, è la soluzione migliore per conferire una maggior stabilità agli esecutivi senza intraprendere una riforma dell'intero assetto parlamentare. Per “Haaretz”, una versione israeliana di questa legge avrebbe dato al partito del Likud un "bonus" di 35 seggi alla Knesset alle ultime elezioni, riducendo la rappresentanza di tutti gli altri partiti a 55 seggi complessivi.

Leggi l'articolo di Haaretz

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi