Cosa la Germania può imparare dall'Italia sugli scioperi

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Times, Echos, Abc e Guardian.
Cosa la Germania può imparare dall'Italia sugli scioperi

POLITICA


 

Renzi ritiene che un fallimento del Ttip sarebbe un "disastro" per l’Ue

Parigi, 13 mag 08:33 - (Agenzia Nova) - Il presidente del Consiglio italiano, Matteo Renzi, ha lanciato un appello a favore di un'Europa forte, capace di voltare la pagina della crisi e di scolpire la propria visione del futuro soprattutto grazie alla firma del Trattato transatlantico sul commercio e gli investimenti (Ttip) con gli Stati Uniti. Nel suo discorso alla conferenza di Firenze sullo Stato dell'Unione Europea, Renzi ha affermato che l'Ue deve chiudere l'accordo Ttip entro la fine dell'anno, ultima chance prima delle elezioni presidenziali statunitensi: in caso di fallimento, ha scandito il capo del governo italiano, per l'Europa sarebbe un disastro.

Leggi l'articolo della Tribune

 

Scioperi, la Germania può imparare dall'Italia

Berlino, 13 mag 08:33 - (Agenzia Nova) - In un contributo per il quotidiano "Sueddeutsche Zeitung", Maurizio Del Conte, professore di diritto del Lavoro dell'Università Bocconi di Milano e consulente del governo italiano per la riforma del Lavoro spiega sotto quali aspetti la Germania fortemente colpita dagli scioperi potrebbe imparare dall'Italia, che negli anni è riuscita a mettere a freno i piccoli sindacati che in passato hanno paralizzato a lungo il Belpaese: "L'ondata di scioperi che sta travolgendo la Germania ricorda gli anni Settanta e Ottanta, fase ingloriosa della politica sindacale nel settore pubblico italiano", scrive Del Conte. "Proprio allora il paese si è fatto una cattiva reputazione internazionale a causa degli scioperi: tutti quelli che volevano visitare il Belpaese, prima dovevano dare un occhio al calendario degli scioperi dei treni, degli aerei e dei traghetti. E spesso anche questo non bastava, dato che gli scioperi venivano avviati senza preavviso: non si sapeva quanto sarebbero durati, quale sarebbe stata la loro dimensione e quali settori avrebbero colpito", spiega l'autore del contributo. I protagonisti di questa strategia sindacale dello sciopero costante erano "soprattutto i piccoli sindacati che non facevano parte delle grandi organizzazioni nazionali, ma avevano la possibilità di ricattare la società: soprattutto per il fatto di essere concentrati in determinate categorie professionali nei centri nevralgici del pubblico impiego": una situazione che pare riflettersi nello sciopero delle ferrovie che sta colpendo la Germania. Berlino potrebbe dunque trarre alcune lezioni dall'Italia, dove negli anni i sindacati più grossi sono riusciti a disciplinare il più piccoli", scrive Del Conte.

Leggi l'articolo del Sueddeutsche Zeitung

 

Forza Italia, il partito di Berlusconi, sprofonda alle elezioni locali

Parigi, 13 mag 08:33 - (Agenzia Nova) - Se aveva il valore di un test, le elezioni comunali tenutesi in Trentino-Alto Adige promettono notevoli sorprese per le elezioni regionali del 31 maggio: certo è presto per trarne conclusioni a livello nazionale, ma quel che è certo è che il partito di Silvio Berlusconi, Foza Italia, è sprofondato al 3,6 per cento dei voti (contro il 21 per cento del 2010), mentre la Lega nord di Matteo Salvini ha continuato la sua avanzata raddoppiando i propri suffragi a Bolzano con l'11 per cento.

Leggi l'articolo dell'Echos

 

ECONOMIA


 

Francia e Italia guidano il recupero dell'area dell'euro

Londra, 13 mag 08:33 - (Agenzia Nova) - I paesi membri dell'area dell'euro, a cominciare dalla Francia e dall'Italia, mostrano segni di recupero, stando agli ultimi dati dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (Ocse), riferiti dal quotidiano britannico "The Times". Tra febbraio e marzo l'indice composito francese è salito da 100,6 a 100,8 mentre quello italiano da 100,9 a 101.

Leggi l'articolo del Times

 

Italia, il tesoro presenterà i piani di privatizzazione entro la fine di giugno

New York, 13 mag 08:33 - (Agenzia Nova) - Il governo italiano sta tentando di imprimere un'accelerazione ai piani di privatizzazione di quote rilevanti delle grandi aziende pubbliche e partecipate: entro la fine di giugno, il Tesoro fornirà ai potenziali investitori informazioni dettagliate riguardo gli asset e le partecipazioni destinate alla privatizzazione, come i servizi postali e la rete ferroviaria nazionale. Ad annunciarlo è stato Filippo Taddei, consigliere economico del premier Matteo Renzi, che ieri ha concesso a “Bloomberg” una intervista a Roma. Il mese scorso Renzi si è impegnato a spingere le privatizzazioni con l'obiettivo di intaccare l'enorme montagna del debito pubblico nazionale. Le privatizzazioni potrebbero fruttare una cifra compresa tra l'1,7 e l'1,8 per cento del pil entro il 2018, un obiettivo più modesto di quello inizialmente preventivato, che ventilava entrate pari allo 0,7 per cento del pil ogni anno. Lo scorso marzo il Tesoro italiano ha reso noto che non intende cedere la propria quota di partecipazione a Eni Spa, la quarta compagnia petrolifera europea. Taddei non ha fornito dettagli in proposito.
Leggi l'articolo di Bloomberg Business Week

 

Italia: aumenta il fatturato trimestrale di Mediaset

New York, 13 mag 08:33 - (Agenzia Nova) - Mediaset Spa ha registrato un incremento dei ricavi nel primo trimestre dell'anno, grazie alla ripresa del mercato pubblicitario nel paese. Il fatturato è aumentato dell'1 per cento a 828,8 milioni di euro, stando al comunicato diffuso ieri dalla società di proprietà della famiglia Berlusconi. Il dato è inferiore alla media delle stime dei sei analisti consultati da “Bloomberg”, pari a 829,5 milioni di euro. La società prevede un ulteriore miglioramento del giro d'affari nel secondo trimestre dell'anno.

Leggi l'articolo di Bloomberg Business Week

 

Il ritorno dello zinco

Londra, 13 mag 08:33 - (Agenzia Nova) - A Gorno, in provincia di Bergamo, una compagnia australiana sta resuscitando una miniera di zinco dormiente dagli anni Ottanta. Energia Minerals, riferisce il "Financial Times", riaprirà la struttura per trarre vantaggio dal rincaro del metallo, usato per proteggere l'acciaio dalla corrosione. L'iniziativa conferma il crescente interesse per una materia prima la cui quotazione è aumentata del sette per cento dall'inizio dell'anno.

Leggi l'articolo del Financial Times

 

SOCIETA'


 

Expo 2015: che ci guadagna Milano a ospitare questa tronfia farsa globale?

Londra, 13 mag 08:33 - (Agenzia Nova) - Per il quotidiano "The Guardian" l'Esposizione universale di Milano è una delle più controverse che siano mai state organizzate in Europa, per lo sforamento dei costi, i ritardi e i casi di corruzione. Dopo sette anni di travagliata preparazione, che cosa ha da mostrare l'Expo? Il contenuto "è insulso quanto l'architettura stravagante"; la maggior parte dei paesi "presenta padiglioni che ricordano pubblicità di supermercati o fiere del turismo"; al posto dei giardini coltivati "ci sono fotografie". Riguardo alla possibilità di un'eredità duratura, i precedenti non fanno ben sperare.

Leggi l'articolo del Guardian

 

La Costa Concordia raggiunge la sua destinazione finale

Rio de Janeiro, 13 mag 08:33 - (Agenzia Nova) - Si è concluso ieri mattina, l'ultimo viaggio al largo della nave Costa Concordia. La complessa operazione di trasferimento del relitto dal porto di Genova al sito in cui avverrà il suo smantellamento finale è durata circa 15 ore.

Leggi l'articolo del Jornal do Brasil

 

 

PANORAMA INTERNAZIONALE


 

Ocse: si rafforza la ripresa della zona euro

Madrid, 13 mag 08:33 - (Agenzia Nova) - L'indice composito degli indicatori economici dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (Ocse) relativo al mese di marzo conferma il "rafforzamento" del ritmo di crescita nella zona euro, in particolare in Francia e in Italia.Gli indici dei due paesi sono passati, rispettivamente, da 100,9 punti a 101 punti e da 100,6 punti a 100,8.

Leggi l'articolo di Abc

 

Retata internazionale contro la mafia nell'edilizia

Berlino, 13 mag 08:33 - (Agenzia Nova) - Un'operazione di polizia internazionale estesa a Germania, Italia e Paesi Bassi ha permesso di smantellare una rete di aziende attive nel settore dell'edilizia dietro le quali gli inquirenti sospettano la presenza della criminalità organizzata. Questa mattina 450 uomini tra poliziotti, finanzieri e doganieri hanno perquisito 95 abitazioni e locali commerciali, hanno riferito la polizia e la procura di Colonia.

Leggi l'articolo del Handelsblatt

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi