Non solo Corto Maltese, ecco tutti i prossimi esposti folli del Codacons

Pronte azioni contro gli amari, la tv, Valentino Rossi e i fidanzamenti

Non solo Corto Maltese, ecco tutti i prossimi esposti folli del Codacons

Il presidente del Codacons, Carlo Rienzi (foto LaPresse)

Come sanno anche i ragazzi delle scuole media, il Codacons è stato inventato da Michael Moore nel 1979. La causa era nobile: i grandi obesi venivano scherzati (anche dagli impiegati della contea). Non c’era differenza di razza o religione: il grande obeso (era bianco, era nero) veniva scherzato sullo scuolabus che da Laredo andava a Kansas City. Michael Moore ha fatto scuola, e anche in Europa sono venuti fuori i Codacons. Non volevo dirlo per non avere conflitto d’interesse, ma sono segretario per la provincia di Vercelli del Codacons. Ecco gli esposti che stiamo preparando per domani.

 

A) Esposto contro il quotidiano Il Foglio perché scherza la nostra attività mettendo in ridicolo l’iniziativa per censurare Corto Maltese che fuma.

 

B) Esposto molto completo contro Valentino Rossi che istiga i giovani ad andare forte con la moto, impennare, eccetera. Richiesta di danni: un miliardo di euro.

 

C) Esposto contro Mediaset che continua a mandare in onda gli episodi del Tenente Colombo degli anni Settanta: fuma come un turco.

 

D) Esposto contro la Red Bull che da qualche tempo sponsorizza sport estremi mai esistiti e chi è a a casa poi li imita.

 

E) Esposto, il più bello e completo, contro la pubblicità del treno Frecciarossa che istiga la gente a spostarsi e non incentiva il km zero, cioè stare fissi nel proprio quartiere, lavorare e fare la spesa a massimo 950 metri da casa.

 

F) Esposto contro la pubblicità che istiga a fidanzarsi (vedi sul sito del Foglio quali sono gli spot).

 

Esposto n° 2039 contro la ditta che fa lo Jägermeister (amaro d’erbe) che potrebbe indurre un giovane per delusione d’amore a bere una bottiglia fissa al giorno.

 

Esposto contro Camilleri e Zingaretti che con una rappresentazione romantica potrebbero indurre giovani laureati ad arruolarsi nella pubblica sicurezza convinti che come alloggio di servizio lo stato gli dia una casa con vista mare che i turisti poi vengono a visitare.

 

Quindi facciamo prima: un esposto su tutto: telefilm, cinema, teatro, playstation, blog di Grillo che induce anche il figlio del non raccomandato a sperare di vivere di politica. A questo punto voglio parlarvi chiaro. Per me questi esposti sono tutti delle cazzate, li faccio per far innamorare le donne che in tv mi vedono urlare e vantarmi in difesa degli ultimi. Io per esempio ho azioni di Facebook e Amazon, quindi mi guardo bene dal fare esposti contro me stesso. Ieri sono stato sospeso dalle mie cariche perché sono a favore dell’accordo Usa-Europa sul commercio. I comunisti come al solito sono contro, così il petrolio messicano se lo bevono loro e il nostro parmigiano ce lo mangiamo noi. Che poi anche volendo non riusciamo: ci sono 500 milioni di forme di grana, se non lo esportiamo rischiamo che il Codacons ci fa un esposto perché abbiamo buttato le forme di grana dentro alla sede di Italia Nostra spaccando il mobilio.

 

Ma non capisco una cosa: il Codacons a cosa serve? C’è mica già il codice civile? E se uno ha un problema c’è pieno di legali.

Risponde l’ufficio stampa del Codacons: “Stai zitto Milani, che grazie a noi prendi un bel salario e con il tesserino Codacons fai scattare sull’attenti tutti, dai funzionari della Pa agli amministratori delegati delle aziende”. Io per esempio sono iscritto alla Siae da 30 anni, da un po’ di tempo non mi mandano più notizie. Non mi avranno sbattuto fuori? Risponde Gino Paoli: “Certo che lavorare per il Foglio e dichiarare di votare Forza Italia non aiuta”. Gino, come posso fare? Dire di essere comunista? Risponde l’ufficio stampa di Gino Paoli: “Ormai è tardi, il 95 per cento dei giornalisti è comunista, per cui non ti aiutiamo. Anzi, ti mandiamo il Codacons”. Ma il Codacons sono io! Risponde l’ufficio stampa di un cantante impegnato che mi comunica che ho fatto istigazione al nomadismo. Basta soldi ai cantanti pagati dai comuni! Al mercato dicono che in alcuni posti tengono le ambulanze di riserva nel caso abbiano bisogno persone importanti. Come esponente Codacons lo escludo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Silvius

    04 Settembre 2017 - 06:06

    Lei scherza col fuoco, caro Milani! Quelli del Codacons - che non hanno il senso del ridicolo - potrebbero prenderli come suggerimenti!

    Report

    Rispondi

  • pddiste

    29 Agosto 2017 - 14:02

    Buonasera. Oggi ho ricevuto una proposta da AltroConsumo di Milano in cui, essendo io proprietario di un'Audi non correttamente omologata (cosi detto "scandalo Dieselgate"), si comunica che, testuale: "....Aderendo alla nostra azione, potrai chiedere un risarcimento economico fino al 15% del valore di acquisto della tua auto". Tale proposta nasce dal'ammissione alla class action del Tribunale di Venezia del 25/5 us , class action di AltroConsumo contro il Gruppo Volkswagen (primo capoverso della lettera). Di seguito si fa riferimento agli Stati Uniti ed ai risarcimenti ottenuti dagli automobilisti USA e, in grassetto, "...Far valere i tuoi diritti non ti costerà nulla." Inoltre sulla busta è riportata la frase (in rosso): "Volkswagen, Audi, Skoda, Seat: pratica di rimborso". Cosa ne pensate? Io non aderirò perchè non siamo negli Stati Uniti e non desidero partecipare ad AltroConsumo (mi sbaglierò, non ho verificato, ma per attivare il tutto forse bisogna iscriversi..). Cordiali saluti

    Report

    Rispondi

Servizi