Raiola chiama Fedeli. Donnarumma farà la maturità a Ibiza

Ecco l'intercettazione della telefonata tra il procuratore del portiere del Milan e il ministro dell'Istruzione

Raiola chiama Fedeli. Donnarumma farà la maturità a Ibiza

Gianluigi Donnarumma (foto LaPresse)

Stando lì tutto il giorno a intercettare telefonate, qui alla batteria del Foglio ci siamo imbattuti nella telefonata che Mino Raiola ha fatto alla ministra Valeria Fedeli dopo il suo appello sulla Gazzetta dello Sport affinché il portiere del Milan Gigio Donnarumma facesse l’esame di maturità.

 

Raiola: “Gentile ministro, sono Mino Raiola”.

Fedeli: “Come va?”.

Raiola: “Bene, grazie! La chiamavo per renderla partecipe delle iniziative di Gigio in merito all’istruzione scolastica”.

Fedeli: “Sono rimasta un po’ delusa per non averlo visto all’esame di maturità… come mai?”.

Raiola: “Ministro, voglio spiegarle bene il nostro piano di lavoro. Donnarumma ha davanti 20 anni di carriera, io ho già pianificato in quali società giocherà. Fino al 2022 sta al Milan (stipendio 30 milioni di euro più bonus), dal 2022 al 2025 va al Bayer Leverkusen, sempre per un 30 milioni di ingaggio (per due stagioni). Poi andiamo all’Atletico Mineiro in Cile e infine, nel 2036, nel Lokomotiv Riad. Sarà d’accordo con me che tali esperienze non possono che fare bene al ragazzo. Infatti a 35 anni Gigio arriverà a parlare dieci lingue (tra compagni di squadra e allenatori lo scambio culturale è reciproco)”.

Fedeli: “Su questo ha ragione, non ci avevo pensato”.

Raiola: “Ministro tenga conto che in ogni città dove Donnarumma giocherà investirà i guadagni in scuole private. Non una parte dei proventi, tutto! Le scuole si chiameranno “Donnarumma-Raiola Fast School”, un vero e proprio brand planetario. Contiamo di aprirne 2.000 in ogni angolo del pianeta, per diventare ragioniere in un anno con tutor privato (Fassone)”.

Fedeli: “Che bel progetto… molto completo, al limite del mecenatismo”.

Raiola: “La ringrazio, ministro, per le belle parole. In merito al mancato esame di Gigio, voglio spiegare…”.

Fedeli: “Ma no, ragionier Raiola Mino, a questo punto è tutto chiarito”.

Raiola: “No, mi permetta di insistere: Gigio non ha voluto sostenere l’esame in quanto un commissario d’esame è un noto esponente della curva dell’Inter…”.

Fedeli: “Giusto! Conflitto di interessi!”.

Raiola: “Infatti”.

Fedeli: “Allora siamo a posto così?”.

Raiola: “Signora ministro, Gigio ci tiene a diplomarsi quest’anno, anche per via del fatto che di solito ci si diploma a 19 anni, e lui farebbe un altro record avendone 18. Lei ministro non potrebbe far venire qui a Ibiza la commissione d’esame?”.

Fedeli: “Può essere un’idea!”.

Raiola: “Siamo alla discoteca ‘I quattro tori di Formentera’, l’esame si può fare lì. Volevo chiederle se gentilmente in storia gli fate le domande fino alla Seconda Guerra di indipendenza, il programma infatti è stato svolto fino a lì”.

Fedeli: “Però manca tutto il Novecento, non può studiarlo adesso?”.

Raiola: “Adesso no, è in sauna”.

Fedeli: “Va bene, va bene, la le Cinque giornate di Milano sono comprese?”.

Raiola: “No, e anche in matematica i logaritmi è meglio non chiederli, anche se garantisco che li sa”.

Fedeli: “Ok! Buona giornata ragionier Raiola”.

Raiola: “A lei!”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi