Fanno bene i boscimani a voler spostare l’asse terrestre

Hanno capito che se l’asse non viene spinto un po’ più in là il pianeta rischia di diventare scemo. Il problema è: come fare a dare una botta all’asse terrestre?

Fanno bene i boscimani a voler spostare l’asse terrestre

Foto LaPresse

Anche la pomata per il mal di balle è un fatto. Chi la va ad acquistare non è mai il beneficiario. Mio cognato infatti mi dà 10 euro di mancia per andare a comprarla. Così sembra che il mal di palle l’ho io. Ma come si fa ad avere vergogna di un acquisto così bello e completo? Poi ci lamentiamo che i boscimani vogliono spostare l’asse terrestre. Ma per me fanno bene, hanno capito che se l’asse non viene spinto un po’ più in là il pianeta rischia di diventare scemo. Il problema è: come fare a dare una botta all’asse terrestre?

 

I masai sostengono che agganciando una fune sullo sperone di Gibilterra, se questa viene tirata da cinque locomotori diesel della Breda Ferroviaria, la Terra esce dal suo asse. Bisogna però non farla saltare avanti troppo, altrimenti si estinguono i licheni (poi per il resto rimane tutto uguale). Domani proviamo, senza permesso dei governi. Anche perché tanto la Bce ha detto ok!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • efis.loi

    28 Aprile 2017 - 22:10

    Non sono d'accordo. Secondo me, solo una botta di culo. Altrimenti non rimane che il miracolo.

    Report

    Rispondi

Servizi