Telefonata alla mia ex moglie

Mi sono fatto servire un pasto caldo gentilmente offerto dalla fondazione di cui sono presidente. Alla sera ho telefonato a mia ex moglie a Reggio Calabria

Telefonata alla mia ex moglie

Mi sono fatto servire un pasto caldo gentilmente offerto dalla fondazione di cui sono presidente. Alla sera ho telefonato a mia ex moglie a Reggio Calabria: “Amore, una cortesia… mi prepari una minestra calda? Arrivo a casa tua con l’eurostar delle 21. Vengo anche a ritirare il mio corredo da sposo”. Lei: “Smettila cretino, amo un altro”. Io: “Ok amore, allora ceno sul treno nel vagone ristorante. Spero di non innamorarmi della signorina della Chef-Express”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi