Lettera d'amore all'inviata fissa dalla sede Rai di New York

Una sera c’era l’inviata fissa dalla sede Rai di New York (la più bella del pianeta) che parlava dei taxisti di New York in modo romantico.

taxi new york

foto di Sakeeb Sabakka via Flickr

Non per mancare di rispetto, ma ho capito che qualcosa non andava. Una sera c’era l’inviata fissa dalla sede Rai di New York (la più bella del pianeta) che parlava dei taxisti di New York in modo romantico. Qui a Roma c’era un sindacalista dei taxisti italiani che le diceva: “Scusi signora ma lei sa che tanti taxisti a Ny dormono nei taxi? Vuole che diventiamo anche noi così?”. A questo punto dispiace dirlo ma meno mostre di Marina Abramovic e più capolinea del 511, il famoso bus di Ny dove i sedili non arrivano mai a destinazione. Vengono lanciati fuori durante il tragitto. E questo anche prima del sindaco De Blasio. Firmato Dc Fissa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi