Lettera d'amore a Rihanna

Gentile Rihanna, vi amo! Scusate se vi scrivo per dirvelo. Però come faccio? Sono un europeo italiano di anni 53. Li compio oggi. Come lavoro faccio il seggiolaio girovago. Sono l’unico rimasto. Giro per tutto l’Appennino. Dove arrivo c’è già la sedia “vuota”. Intreccio delle fascine di rametti verd
Lettera d'amore a Rihanna
Gentile Rihanna, vi amo! Scusate se vi scrivo per dirvelo. Però come faccio? Sono un europeo italiano di anni 53. Li compio oggi. Come lavoro faccio il seggiolaio girovago. Sono l’unico rimasto. Giro per tutto l’Appennino. Dove arrivo c’è già la sedia “vuota”. Intreccio delle fascine di rametti verdi, così costituisco il fondo della sedia. Per farne una sto in ballo diversi giorni. Con la nuova normativa dell’Ue bisogna chiamare un grande obeso per collaudare la sedia. Prima no. Chiamo sempre un grandissimo obeso di Reggio Emilia. Vuole 100 euro. Se la sedia si sfonda non gli do niente. Come secondo lavoro tengo in mano l’altoparlante di un etologo che sta portando avanti una ricerca sui lupi: munito di altoparlante diffonde per la vallata il seguente verso: “Huuu - Huuuu!”. I lupi rispondono al falso ululato. Come lavoro è facile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi