Gentilissima signorina Belen, penso di amarla

Gentilissima signorina Belen, mi permetto di scriverle queste poche righe d’amore. Il motivo non è chiaro nemmeno a me stesso. Penso di amarla. Da bambino fissavo il tramonto sperando di bloccarlo. Tutti i giorni tentavo tale impresa. Una bambina mi chiese: “Maurizio, perché fissi il tramonto in mod
Gentilissima signorina Belen, penso di amarla
Gentilissima signorina Belen, mi permetto di scriverle queste poche righe d’amore. Il motivo non è chiaro nemmeno a me stesso. Penso di amarla. Da bambino fissavo il tramonto sperando di bloccarlo. Tutti i giorni tentavo tale impresa. Una bambina mi chiese: “Maurizio, perché fissi il tramonto in modo così intenso che nemmeno un innamorato lo fa con l’amata?”. Non le risposi. Lei si è offesa ed è andata a vivere a Londra. Belen, ti scriverò tutti i giorni una lettera d’amore. E stasera fisserò il tramonto per te. E’ dal 1972 che non fissavo più tale evento (su consiglio della mia psicologa). Spero di riuscire a bloccarlo per te. Sai amore, questo mio impulso non mi ha mai abbandonato. Certo, con l’aiuto del Tavor non è più la mia principale occupazione. Adesso faccio altro, tipo fissare i divani Natuzzi esposti in vetrina. Però quando mi innamoro torno a fissare i tramonti. E l’amore per te è totale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi