Lettera d'amore ad Anna Tatangelo

Oggi la mia giornata è stata la seguente: dopo aver mangiato in modo disordinato sono andato a pedalare sulla ciclabile fuori paese. C’erano i ciliegi. Sono bellissimi.
Lettera d'amore ad Anna Tatangelo

Gentile amore,

 

Ti amo!

 

Oggi la mia giornata è stata la seguente: dopo aver mangiato in modo disordinato sono andato a pedalare sulla ciclabile fuori paese. C’erano i ciliegi. Sono bellissimi. Di solito riesco a raccogliere un po’ di ciliegie da mangiare strada facendo in quanto i rami sono bassi. Quest’anno però le ciliegie erano in alto. Non si è mai capito il motivo.

 

Passa il mio amico raccoglitore di ferro e con il furgone si ferma. Ci facciamo la scaletta e tiriamo giù un quintale di ciliegie.
Domani ci andiamo ancora e razziamo un altro mezzo quintale di ciliegie. E’ bellissimo raccogliere le ciliegie.

 

Tanti però si lamentano del nostro comportamento. Sono piante abbandonate. Se non le raccogliamo noi...

 

Comunque le ciliegie fanno perdere la testa. Infatti ieri sera, amore, mi sono baciato con una ragazza conosciuta sul fiume. Penso di non rivederla anche perché lei era venuta a prendere il sole al fiume da Dublino (o provincia). Ci siamo presentati e abbiamo parlato un po’...poi sai com’è, nel parlare con questi irlandesi puoi dire quello che vuoi. Infatti io le ho detto che sono ingegnere minerario.

 

Amore, un bacio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi