Altra telefonata intercettata ieri

Altra telefonata intercettata ieri: “Pronto, maestro Gamba?”.
“Sì, chi parla?”.
“Sono il presidente della Fondazione Teatro alla Scala”.
“Che onore, mi dica”.
Altra telefonata intercettata ieri: “Pronto, maestro Gamba?”.
“Sì, chi parla?”.
“Sono il presidente della Fondazione Teatro alla Scala”.
“Che onore, mi dica”.
“Può venire a dirigere i Due Foscari?”.
Maestro Gamba: “Sarei lusingato, per che data?”.
“Tra dieci minuti”.
Maestro Gamba: “Ma sono in pigiama!”.
“Non c’è problema, c’è in sartoria un frac già pronto. Lei quanto pesa?”.
Maestro Gamba: “85 kg”.
“Ok, il frac c’è”.
Maestro: “Parto subito”.
“Per favore si sbrighi o i loggionisti spaccano fuori tutto”.
Maestro: “Non esageri”.
Presidente Scala: “Sì infatti sto esagerando. Però faccia la cortesia di arrivare entro 5 minuti… ma lei dov’è adesso?”.
Maestro: “Sono su un vagone letto che va da Milano a Vicenza”.
Presidente della Scala: “Ok, faccia sganciare il suo vagone dal convoglio che mando una motrice diesel a prenderla”.
Maestro: “Ok, grazie”.
Presidente della Scala: “Dovere”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi