Telefonata d’amore intercettata tra Maria Elena e me

Telefonata d’amore intercettata tra Maria Elena e me

Io: “Amore ti amo”.

 

Lei: “Basta stupidaggini”.

 

“Amore butta via la Sim della compagnia telefonica della Repubblica democratica del Camerun che ti avevo regalato a S. Valentino”.

 

“Motivo?”.

 

“Intercettano anche quella”.

 

“Ma mi avevi detto che era sicurissima! Comunque tranne le tue frasi stupide piene di ti amo, sei bellissima, voglio sposarti, non ho mai visto una  donna così bella… di rilevanza pubblica non c’è niente”.

 

“Però tramite te hanno intercettato me che scommetto su una partita che forse era combinata”.

 

“Ti lascio”.

 

“No amore!”.

 

“Ok, andiamo avanti. Ti chiamo stasera al fisso del bar”.

 

Io: “Come negli anni Ottanta?”.

 

Lei: “Non so, non ero ancora nata”.

 

Io: “Un bacio grande”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi