Love letter a Belen Rodriguez

Pubblichiamo una lettera d’amore che Belen ha ricevuto ieri (per gentile concessione del suo portinaio che le intercetta per noi).

Pubblichiamo una lettera d’amore che Belen ha ricevuto ieri (per gentile concessione del suo portinaio che le intercetta per noi).

 

Prima love letter
Gentile signorina Rodriguez,
scusi se parlo in modo temerario, ma se un innamorato non “osa” che razza di innamorato è? Quindi amore direi di fare così: ci vediamo domani verso le 14,30 presso il parco Sempione a Milano.
Ci baciamo tutto il pomeriggio passeggiando, e ogni tanto cambiamo panchina. Sarà mia cura su ogni panchina incidere la data dentro un cuore con le nostre iniziali. Verso le 18,30 andiamo a cena. Mangiamo subito così alle 19 abbiamo finito e possiamo ritornare a baciarci, cosa che comunque si è fatta anche al ristorante. Poi andiamo nel locale più trendy che c’è nel raggio di mille chilometri da Milano. Che poi è il ristorante stesso dove abbiamo cenato. Per cui torniamo indietro e rifacciamo la cena di prima. Tieni conto che saranno le 22,30. Il capo cameriere rimane un po’ perplesso ma non fa una piega. Anzi è contento. Per lui è un onore avere così spesso tra i suoi clienti la donna più bella del mondo. Poi andiamo al cinema. Qui ci baceremo molto, ma senza esagerare: in fondo, amore, ho 51 anni, non vorrei essere scherzato. Alla grande amore mio, ricordati domani ore 14,30.

P. S. Se nel caso hai un impegno lavorativo non c’è problema: io vado all’appuntamento lo stesso. Al limite tu arrivi verso le 15.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi