Il pallore minchiale

Ieri in un archivio notarile ormai abbandonato mi sono imbattuto in un vecchio documento. Era un foglio matricolare di un soldato del 1850 che veniva congedato per “Pallore minchiale”. Mi sono incuriosito da questa motivazione.
Ieri in un archivio notarile ormai abbandonato mi sono imbattuto in un vecchio documento. Era un foglio matricolare di un soldato del 1850 che veniva congedato per “Pallore minchiale”. Mi sono incuriosito da questa motivazione. Ho trovato un trattato di igiene e sanità del 1875 dove c’era un capitolo breve (ma bello) dedicato al pallore dei coglioni. Che interessava l’1 per cento degli iscritti alle liste di leva. Dovuto a una carenza di vitamina T, la vitamina che non esiste. Per cui era un disturbo di causa ignota. All’inizio del Novecento tanti con il pallore dei coglioni poterono esibirsi nei circhi. Alcuni non avendo questa caratteristica se li dipingevano di bianco. Ecco, il pezzo di oggi della mia rubrica è questo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi