Ecco la prima casa stampata in 3D in Europa

A Copenaghen, in Danimarca, stanno costruendo la prima casa realizzata interamente da una stampante 3D e capace di superare il vaglio delle normative europee sull'edilizia

Proprio in queste ore nel quartiere Nordhavn nell'area portuale di Copenaghen, stanno costruendo la prima casa realizzata interamente da una stampante 3D e capace di superare il vaglio delle normative europee sull'edilizia. L'azienda dietro il progetto, la 3D Printhuset, ha invitato gli investitori, la stampa e i cittadini interessati a guardare i primi passi nella stampa degli elementi della casa, cominciata l'11 settembre 2017. I materiali sono stati sponsorizzati da diverse aziende che sperano che il progetto possa fare aumentare l’uso di questa tecnica nel settore dell'edilizia. Si tratta di una struttura in calcestruzzo che sarà adibita a ufficio-hotel di circa 50 metri quadrati di superficie. L'edificio è stato battezzato "The Bod" , iniziali dell'espressione "Building on demand" (Edifici a richiesta). Finora progetti simili erano stati intrapresi fuori dai confini dell'Unione Europea, in Russia – dove l'anno scorso una società a tirato su una casa in 24 ore – in Asia e Medio Oriente e anche in California un progetto simile era stato sostenuto dal MIT. 

 

L'architetto e docente Martin Tamke, specializzato in questo campo spiega che i vantaggi di una costruzione di questo tipo consente di creare forme complicate senza spese aggiuntive – nel design di The Bod non ci sono linee rette ad eccezione di porte e finestre. Ma Tamke, anche se entusiasta dello sviluppo, pensa che ci vorrà un po' prima che la stampa 3D diventi una norma e molto probabilmente sarà solo per progetti speciali poiché il costo è molto più alto di una casa normale. In prospettiva però i benefici potrebbero riguardare anche l'abbassamento dei costi oltre che la velocità di costruzione, la durata e la sostenibilità.