Il mondo fatto di fiori

Lupo lo fabbrica bello e ricco di colori e profumi. E lo fa per lei e solo per lei, Luna

Il mondo fatto di fiori

Lupo l’ha detto, ieri, a Luna che lo vuole tutto fatto di fiori, il mondo. “Le vedo le tue zanne”, ha cantato Luna. L’ha sussurrato a Cicalazadè, ormai trasfigurato di fauci e vampe sempre pericolose per il mondo. Ma l’ha detto, Lupo, che lo fabbrica bello e ricco di colori e profumi, il mondo. E lo fa per lei e solo per lei la cui natura è di delicatezza e di pura specie, fosse anche un puro fuoco che consuma l’istante in un dolce agguato d’amore: l’abbraccio di chi se ne sta stretto – come ieri, Lupo e Luna, in un angolo di mondo – per come lui prende la mano a Lilith per averne, con delicata smania, la presenza sulle labbra e poi correre via lasciando baluginare sulla nuca di lei una promessa: le zanne.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi