Il luogo dove si sta quando non si vuole più essere

Cosa cerca Cicalazadè quando giunge allo Stagnone. Chiama al telefono Luna e le dà la risposta: “Le tue braccia – tra le tue braccia – ecco dov’è il luogo”

Il luogo dove si sta quando non si vuole più essere

Foto di Jon Bunting via Flickr

Il luogo dove si sta quando non si vuole più essere. Ecco cosa cerca Cicalazadè quando giunge allo Stagnone. Chiama al telefono Luna e le dà la risposta: “Le tue braccia – tra le tue braccia – ecco dov’è il luogo”. Adagia quindi la spada sulle proprie ginocchia mentre lei, coi suoi raggi, gli prende i ricci dei capelli, per rabuffarlo, e lui – smarrito per Mozia – le mormora: “Sotto il tuo sguardo mi sento felice”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi