“The Pope”, ossia la stranezza di avere due papi

Chissà se nella sceneggiatura ci sarà traccia del cardinale Stanislaw Dziwisz, già segretario di papa Wojtila

“The Pope”, ossia la stranezza di avere due papi

Jonathan Pryce, chiamato a interpretare Francesco Bergolio, è perfetto. Ad Anthony Hopkins, invece, va il ruolo di Benedetto XVI. Il film è “The Pope” racconta la novità di averne due di pontefici. E chissà se nella sceneggiatura – la narrazione, si sa, ha le sue cautele – ci sarà traccia del cardinale Stanislaw Dziwisz, già segretario di papa Wojtila, quando, forte di quest’ultimo esempio, dice: “Non si scende dalla Croce.”

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • carlo.trinchi

    10 Settembre 2017 - 15:03

    È vero. Non si scende dalla croce. La forza di Dio è nello spirito santo. Se credi ci credi e vai avanti. Scendere e rimanere è piu amaro che morire perché l'essere papa rimane ed il nuovo papa fa cose che, dal vecchio papa, sempre papa, potrebbero non essere condivise. Se Dio dicono che sceglie non sceglie due volte in terra ma, rimanendo nel concetto di libertà, la rinuncia a papa è una non scelta o scelta sbagliata. Giovanni Paolo secondo fu più grande nella malattia che prima, quella fu la sua forza e santità che alleviò anche i suoi errori. Chi ci crede, crede ma credere sempre e comunque a volte è dura.

    Report

    Rispondi

Servizi