Il Riempitivo

La cocciutaggine di Nello Musumeci

Il candidato del centrodestra dalla Regione Sicilia non è una quinta colonna di Fini, ma è convinto di poter governare l'ingovernabile. È questo il suo difetto 

La cocciutaggine di Nello Musumeci

Nello Musumeci (foto LaPresse)

Può avere tanti difetti Nello Musumeci, il candidato alla presidenza della Regione siciliana per il centrodestra, e il primo tra i difetti è certamente quello di pensare che una campagna elettorale possa salvare la disgraziatissima Sicilia. Può averne tanti altri di difetti derivati dalla sua principale virtù – essere parte in causa nel remoto orgoglio dell’ultima provincia – ma pensare che il suo difetto insuperabile sia quello di essere una quinta colonna di Gianfranco Fini, proprio lui che l’ha sempre combattuto fino a umiliarlo doppiandolo nelle preferenze, proprio no. Quando Fini scendeva in Sicilia, ai giornalisti che gli chiedevano di Nello diceva: “Musumeci, chi?”. Difetta nella cocciutaggine piuttosto, Musumeci, convincersi – per come è convinto – di potere governare l’ingovernabile. Basti pensare che cosa ne fu di Rino Nicolosi, uno statista più che un semplice presidente di Regione, l’unico che ha avuto visione e progetto nel Mediterraneo. Il migliore nella storia a noi recente. Gettato ai ferri, arrestato, sbranato da un cancro e – maledetta la nostra codardia – dimenticato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • giantrombetta

    30 Agosto 2017 - 08:08

    Musumeci, come scrive oggi il Foglio, e' davvero favorito nella corsa a diventar governatore di un'isola ingovernabile? Fosse vero mi attendo il seguito al tuo bellissimo libretto sulla buttanissima Sicilia di Rosario Crocetta. E prima ancora sono curioso di sapere se il Pd arriverà terzo, come da te anticipato da tempo.

    Report

    Rispondi

Servizi