La destra del fraintendimento

A San Josè, in California, un sottosceriffo di pattuglia chiede i documenti. L’automobilista fa per prenderli dal cassetto e quello estrae la pistola e gliela punta contro

La destra del fraintendimento

LaPresse/Xinhua

Un controllo di polizia – un’automobile fermata per eccesso di velocità – diventa immagine di un fraintendimento, quello di legge & ordine, con l’american way of life a metterci il carico. A San Josè, in California, un sottosceriffo di pattuglia chiede i documenti. L’automobilista fa per prenderli dal cassetto – sotto il sedile – e quello, il baluba di legge & ordine, estrae la pistola e gliela punta contro. La donna seduta accanto all’automobilista riprende la scena e tutto il mondo, adesso, vede cosa va a capitare nel mondo perfetto. Un cretino col ferro in mano autorizzato a fare fuoco: per eccesso di velocità. E’ il tipo di mondo che tanta destra, ahinoi anche in Italia, vorrebbe importare. La famosa destra del fraintendimento. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • tamaramerisi@gmail.com

    tamaramerisi

    11 Agosto 2017 - 21:09

    Caro Giafar... La perfezione non è di questo mondo. A Teheran il video non esisterebbe.

    Report

    Rispondi

  • Marco Di Mattia

    10 Agosto 2017 - 23:11

    Beh, il problema non è la destra in generale, ma una specifica circostanza, che potremmo dire di destra. Negli states la probabilità che un tizio giri armato è di molto superiore a quella in Italia. Tutti, criminali, poliziotti e vittime sono, di conseguenza, nervosetti.

    Report

    Rispondi

  • giantrombetta

    10 Agosto 2017 - 11:11

    Tanto per stare in tema. Molti anni addietro il bel bandito Vallanzasca, evaso dal carcere, fu fermato in auto sulla strada di Grado per un controllo. Il carabiniere che gli chiese i documenti, gli punto' il mitra alla tempia quando l'evaso fece mossa di aprire il cassettino del cruscotto. E' chiaro che sapesse chi fosse, ed infatti Vallanzasca con un sorriso alzando le mani gli disse: " complimenti, hai fatto bingo!". Narrano le cronache, comunque, che il cassetto dei documenti sul cruscotto contenesse una pistola con colpo in canna. Con la stima e l'ammirazione di sempre.

    Report

    Rispondi

  • giantrombetta

    10 Agosto 2017 - 08:08

    Caro Pietrangelo, ne ho vissute di quelle esperienze per le strade americane, spesso senza anima viva per decine di chilometri. Ho sorriso allo sceriffo quando mi ha spiegato che purtroppo ogni tanto l'automobilista fermato in luogo dei documenti dal cassetto estrae una pistola e fa secco il rappresentante della legge, senza testimoni. Annoto pure che su quelle strade deserte ( penso alla magnifica Valle della morte) se ti vien fatto di premere più a fondo sull'acceleratore perche' tanto non c'è nessuno, chissà come salta talora fuori uno sceriffo che ti arresta e porta in cella di sicurezza nel paese più vicino, sperando che l'indomani ci sia un giudice che ti processi. Il non rispettare i limiti di velocità e' cola' reato penale processato e severamente punito. Non puoi fraintenderti perché te lo spiegano chiaramente e ripetutamente, come pure che devi tener le mani ferme e a posto quando lo sceriffo ti ferma per un controllo. Di giorno e sopratutto di notte.

    Report

    Rispondi

Servizi