I buoni e i cattivi, tra le acque del Mediterraneo

I dubbi sulle Ong e un'ipotesi per Laura Boldrini

I buoni e i cattivi, tra le acque del Mediterraneo

In questo incrociarsi di barche, nel Mediterraneo, con tutto il groviglio di rotte dove navigano scafisti, disperati, naufraghi, scappati dalle guerre, migranti e poi ancora professionisti del salvataggio, guardacoste, uomini delle marine di tutti i colori e quindi militari di stati sovrani, verrà mai fuori una contabilità sui fatti per avere chiara la situazione? Gli americani, che pure hanno scatenato le primavere arabe - i focolai delle bombe migratorie - non fanno mostra di vedersi in tutto questo affollarsi di natanti.

 

Ma, ecco, una domanda: i buoni, e cioè le Ong, quando se la intendono con gli scafisti, fanno di questi ultimi dei buoni di complemento o, al contrario, facendo comunella con la teppa hanno un cedimento etico provvisorio ma al fine di guadagnarne in ulteriore altruismo? E i cattivi poi, se veramente vogliono portare fino in fondo il loro maligno disegno - e lo sappiamo bene qual è, non merita neppure di essere evocato - come mai non hanno ancora invocato la nomina di Laura Boldrini a Commissario unico e speciale per il Mediterraneo? Giusto per guadagnarne in ulteriore cinismo. E vedere l'effetto che fa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • giantrombetta

    05 Agosto 2017 - 12:12

    Le primavere arabe sono state coccolate dagli americani di Obama, caro Pietrangelo, con il quale il segretario del Pd riconfermato dal plebiscito delle primarie amava farsi fotografare a tavola con ammiccamenti trionfali, per altro qualche giorno prima della clamorosa sconfitta elettorale degli obamiani. E già che ci siamo val forse la pena di ricordare che e' stato il Pd unanime a regalarci la signora Boldrini alla presidenza della Camera. Non so se Renzi ci stia gia' pensando a promuoverla Commissario unico e speciale per il Mediterraneo, ma non mi stupirei, visto che gia ci ha regalato la signora Mogherini Commissario unico per gli affari esteri e la sicurezza dell'Europa, e pure il signor Errani commissario unico per il post terremoto. Oddio, come stiano messi con i poveri terremotati e la sicurezza europea ciascuno lo vede. E ciò che non vede più da un bel po' citati sui giornali e telegionarli sono i nomi di Mogherini ed Errani. Curioso, no?

    Report

    Rispondi

Servizi