Il progetto sinistro di Trump

La visita di Donald Trump in Polonia è una pagina del marameo sovversivo

Il progetto sinistro di Trump

Donald e Melania Trump in visita in Polonia (foto LaPresse)

C’è qualcosa di sinistro nella destra. La visita di Donald Trump in Polonia è una pagina, infatti, del marameo sovversivo: tutta la luce derivata dal passaggio in questa terra di Giovanni Paolo II s’appanna nel pappapero della popolazione festante di Polonia che grida “Usa, Usa, Usa!” Come se le raccomandazioni di quel santo – togliete di mezzo il comunismo ma levate di torno anche il capitalismo – giusto nella sua terra, presso il suo popolo, debbano risultare adesso acqua fresca. Il presidente degli Stati Uniti si gode l’unico suo bagno di folla possibile, visto che altrove scarseggia di pubblico, e lancia il proclama dei valori occidentali: Dio, Patria e Famiglia aggiungendone un quarto – Liberismo – che dei primi tre, non potendoli cancellare dallo spirito vivente degli uomini, quantomeno ne fa strame. Proprio un progetto sinistro: la destra dello strame.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • luigi.desa

    09 Luglio 2017 - 12:12

    Sono tutti ommeni di provata virtù , si sono esercitati a descrivere Trump come un mostro. Essendo però virtuosi hanno esitato a paragonarlo a Hitler, Mao,Ghenghis Kahn,Attila ,il capo della Specthre. Ma lo hanno fatto con tosti articoli da professionisti della parola e le folle fesse a cotè con insulti gratuiti espulsi dal cervello sul mero sentito dire. Presto si arriverà al miliardo di spregi ed in futuro si dirà ' ci ha dato tanta carne da masticare che se non fosse esistito abbignava inventarlo' eh sì perchè Donald ha consentito a fare aprire la bocca ,aria fritta a perdere, a centinaia di milioni di esseri ,alcuni con qualche titolo i più esseri inutili, ed esalare giudizi tutti penosamente negativi ai quali miliardi di miseri si sono uniti appenduli alle labbrule dei supposti metri a penzà. Manco se Trump avesse vinto la presidenza degli Stati Uniti alla lotteria.. SOLO CONTRO TUTTI IO STO' CON THE DONALD.

    Report

    Rispondi

  • Nambikwara

    Nambikwara

    09 Luglio 2017 - 10:10

    Egregio, c'è un piccolo errore: Dio, Patria e Famiglie (al plurale nel caso di Trump) per cui anche il liberismo (pro domo USA essendo, dopo la cacciata degli inglesi, una potenza imperiale) si concilia con la moderna platea digitale. Per quanto attiene alla Polonia, negli anni che furono, è sempre stata "l'affettato" in mezzo al panino: a levante Russia, a occidente Germania.Per tanto, in ricordo di ciò, considerano il benvenuto chiunque non sia nelle vicinanze dei loro levante e occidente.

    Report

    Rispondi

  • Giovanni

    09 Luglio 2017 - 08:08

    Caro Buttafuoco per decenni abbiamo sospettato che l'America provasse fastidio all'idea che le nazioni europee si unissero in una unica nazione. Dietro i convenevoli e i salamelecchi c'era il forte desiderio di buttarci all'aria. Con Trump tutto ciò è diventato palese. Questo energumeno 10 mesi fa prorompe in complimenti e incoraggiamenti nei confronti della May e dei britannici per la Brexit. Atteggiamenti che si sono ripetuti negli ultimi mesi. Infine l'altr'ieri si pone in atteggiamento tribunizio ad arringare il popolo polacco ponendo davanti ai loro occhi l'immagine degli USA come vero e unico amico della Polonia che la difenderà dalle possibili mire dell'orso russo, "...lasciate perdere il gas e il petrolio dell'accordo euro-russo..." Ve lo diamo noi e a costi minori. Applausi scroscianti da parte dei polacchi che in questa fase hanno degli attriti con l'UE e una atavica paura della Russia. Insomma un bifolco cafone che viene a casa nostra ad alimentar zizzania: nauseante

    Report

    Rispondi

Servizi