Inutile cercare il nuovo Macron in Italia. C'è Berlusconi

Il Cavaliere con uno schioccar di dita chiama a raduno tutto il centrodestra e vince. Purtroppo ha la vocazione della serpe in seno

Inutile cercare il nuovo Macron in Italia. C'è Berlusconi

Foto LaPresse

Le ammucchiate centriste non funzionano. Il bipolarismo è tornato. Con una stranezza, la solita: la stragrande maggioranza degli italiani non è di sinistra e difetta di rappresentanza. Molti di loro hanno votato per i Cinque stelle, tantissimi si sono astenuti, una gran parte è andata in soccorso al vincitore – ne ha beneficiato, infatti, Matteo Renzi finché ha potuto – e pochi sono rimasti di guardia al bidone di benzina nel frattempo che l'elettorato trovava voce senza però avere ascolto. A sinistra il cerino è rimasto in mano a Renzi (che, infatti, non ha fatto mostra del suo musetto) e la morale della favola è una sola: con uno schioccar di dita il Cavaliere chiama a raduno tutto il centrodestra e vince. Inutile cercare il nuovo Macron in Italia – tomo tomo, cacchio cacchio – è sempre il vecchio Berlusconi a vincere. Purché non torni ancora tra le braccia dei suoi traditori, e dei suoi amati sicari. Più che la vocazione del Biscione, patisce quella della serpe in seno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Nambikwara

    Nambikwara

    14 Giugno 2017 - 14:02

    Premessa: Berlusconi for president. (insieme a Calenda/Parisi) Potremmo dire, anche, che oltre a Giunio Bruto, qualche "gaio cassio" (*) è tutta farina del suo sacco (*)naturalmente parliamo di Gaio Cassio che, insieme a Bruto, Dante pone nella Giudecca: ironia della sorte perfino Dante lo aggettiva come "membruto": la forza del futuro di "forza italia" in Dante. Così tanto per fare il buzzurro con brio.

    Report

    Rispondi

  • carloalberto

    13 Giugno 2017 - 22:10

    il problema però è che: 1. Macron sembra un politico di plastica, non lo vedo molto attento al Mito, alla Cultura, all'Epica e a tutte quelle cose che dovrebbero piacere a Buttafuoco; 2. Renzi è convinto che Macron sia una sorta di suo equivalente francese, e come tale viene presentato dai tg nostrani: ovviamente è una balla, ma viene servita così e probabilmente il Rignanese ci crede sul serio.

    Report

    Rispondi

  • efis.loi

    13 Giugno 2017 - 18:06

    Visto che siamo nella classe dei rettili, fra bisce e serpenti, mettiamoci pure qualche coccodrillo che, finito il pranzo, piange a calde lacrime.

    Report

    Rispondi

  • tamaramerisi@gmail.com

    tamaramerisi

    13 Giugno 2017 - 16:04

    Caro preziosissimo Giafar, la serpe in seno l'ha l'Italia tutta, costantemente tradita e sottomessa da un marito violento, magistrato di professione, giudice di ambizione, cesare augusto sogn suoi i piu' perversi, e sconci. In questo Berlusca e' pur sempre rappresentante dell'Italia piu' vera di tutte.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi