Dopo Lupi, Vicari: l'ora delle dimissioni

Tutto da accertare evidentemente ma un cattivo destino insegue il partiticchio di Angelino Alfano

Dopo Lupi, Vicari: l'ora delle dimissioni

Foto LaPresse

Simona Vicari, sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti, è accusata di concorso in corruzione. Avrebbe tagliato l'Iva all'armatore Ettore Morace in cambio di un Rolex. Tutto uno sfornare emendamenti – secondo la procura di Repubblica di Palermo – in cambio dell'ora esatta. Un risparmio, o un maggiore incasso, di 7 milioni di euro di tasse. Tutto da accertare evidentemente ma un cattivo destino insegue il partiticchio di Angelino Alfano. Il segretario Maurizio Lupi s'è dimesso da ministro delle Infrastrutture per un regalo analogo: un dono fatto da un costruttore – Stefano Perotti, coinvolto in una storiaccia di lavori pubblici – al figlio del signor ministro. Sarà l'ora che segna il destino?

 

Post scriptum – Anche a Rosario Crocetta, governatore di Sicilia, stante le carte dell'accusa, sarebbero stati promessi soldi per il suo nascente partitino: “Riparte Sicilia”. Ecco, bisogna vedere adesso a che ora riparte 'sta povera Sicilia. Urge un Rolex.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • giantrombetta

    20 Maggio 2017 - 11:11

    Buttafuoco come sempre magnifico, e puntuale più di un Rolex.

    Report

    Rispondi

Servizi