E i valori dei migranti?

Di cosa non tiene conto la Cassazione affermando che i “migranti devono conformarsi ai nostri valori”

E i valori dei migranti?

Foto LaPresse

La Cassazione detta legge: “Migranti devono conformarsi ai nostri valori”. Un indiano rispettoso dei precetti non può circolare col coltello sikh, segno solare di temperanza e armonia, e la Cei che dovrebbe incoraggiare ogni segno del sacro, invece di contestare la sentenza dello stato ateo e materialista, la loda: “Decisione equilibrata”. Il tutto tra gli schiamazzi plaudenti dei liberali, dei sovranisti, degli occidentalisti e degli odiatori di vario genere quando va da sé, è un fatto, gli unici ad avere i valori, qui, sono i migranti e a quelli – solo a quelli – dovremmo finalmente conformarci.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • tamaramerisi@gmail.com

    tamaramerisi

    18 Maggio 2017 - 10:10

    Bravo! Mi scandalizza la frase "devono conformarsi ai nostri VALORI". Nostra LEGGE mi andava bene (che fino a prova contraria -...- si basa su valori universali, non "NOSTRI" ma UNIVERSALI, cioè UMANI). Una marea inarrestabile di ignoranza pervade tutto. E coll' ignoranza a braccetto marcia come un'oca l'intolleranza, per una kippa ieri, per un turbante oggi, per una croce domani.

    Report

    Rispondi

    • guido.valota

      18 Maggio 2017 - 16:04

      Autoevidenti e ben scritte ambedue le opinioni. La marea di ignoranza ci sta sommergendo come il diluvio universale.

      Report

      Rispondi

Servizi