Anzaldi il castigamatti della Rai

L'esponente Pd non fa il gradasso con i deboli ma combatte i potenti

Anzaldi il castigamatti della Rai

Il deputato Pd Michele Anzaldi

L’esponente del Pd Michele Anzaldi, il castigamatti della Rai, non difetta di coraggio. Non fa il gradasso coi deboli ma combatte solo Pezzi da Novanta del pensiero unico come Fabio Fazio e, adesso, anche Beppe Caschetto, un vero potente che spadroneggia nella televisione di Stato. Anzaldi non parla a vanvera e ha redatto per la Commissione di Vigilanza un dossier attraverso l’elenco degli artisti e dei giornalisti di cui Caschetto è agente. Tutti degni ospiti del conflitto d’interessi di Rai3 (il cui palinsesto, a questo punto, è quotidianamente vistato da Caschetto).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Giovanni Attinà

    09 Febbraio 2017 - 09:09

    Adesso vedremo se le prese di posizione di Anzaldi andranno a segno, perché mi sembra che le prese di posizioni di questo parlamentare, tra l'altro del Pd, forza di maggioranza, sono ignorate dai vertici della tv pubblica, sempre più dipendente dai vari Caschetto e non solo.

    Report

    Rispondi

Servizi