Sabrina Colle è la delicata permanenza della Cura

La compagna di Vittorio Sgarbi, è altrettanto genio, meravigliosa e ingombrante

Sabrina Colle Vittorio Sgarbi

Sabrina Colle e Vittorio Sgarbi (foto LaPresse)

Sabrina Colle che vive accanto a “un genio, a un uomo, meraviglioso ma ingombrante come Vittorio”, ovvero Sgarbi, è altrettanto genio, meravigliosa e ingombrante come lui perché oltre a essere attrice – musa e giusta donna del fondatore del “Partito della Bellezza” – Sabrina Colle è la delicata permanenza della Cura nella sulfurea e accesa esistenza di Don Giovanni (di cui lei, tiene le redini, in ogni ardua manovra, in guanti di dàino). E’ una pagina di letteratura l’intervista a Sabrina Colle firmata da Giulia Cerasoli su Chi. C’è tutta la cifra di un romanzo elegante.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Giovanni Attinà

    02 Febbraio 2017 - 09:09

    Sinceramente stavolta non sono d'accordo con Buttafuoco: l'intervista della Colle è un arrampicarsi sui vetri di una vicenda sentimentale da non imitare per niente.

    Report

    Rispondi

Servizi