Il lapsus di Angela Merkel

“Noi europei siamo padroni del nostro destino”

Il lapsus di Angela Merkel

Angela Merkel (foto LaPresse)

Angela Merkel dice a Donald Trump: “Noi europei siamo padroni del nostro destino”. La frase, a effetto, inorgoglisce non poco. Solo che questo ruggito della Germania – a lavorare di moviola, andando indietro nel tempo – stride come un dente cariato. E’ ben difficile immaginare un’Europa affrancata dagli Stati Uniti ed ecco che – con l’imponderabile prossimo a insediarsi alla Casa Bianca – viene fuori la coda di un lapsus. La verità è l’esatto contrario. Il Cancelliere ha detto in quel modo ma il suo vero moto d’animo è questo: “Noi europei siamo orfani senza Hillary Clinton”. L’esatto contrario, appunto, agli europei adesso tocca di trovarsi un qualunque destino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi