Quella del governo della Rai è la vera prova per un leader politico

Perfino Silvio Berlusconi che pure l’odiava la Rai, con Agostino Saccà nel ruolo di Dg, riuscì a garantire qualità e mestiere a viale Mazzini

Leader politici messi alla prova con il governo della Rai

(foto LaPresse)

La prova e la controprova. Quella del governo della Rai è la vera prova per un leader politico. Perfino Silvio Berlusconi che pure l’odiava la Rai, con Agostino Saccà nel ruolo di Dg, riuscì a garantire qualità e mestiere a viale Mazzini. Il fallimento di Matteo Renzi, invece – per come è andato a sbattere affidandosi all’educato Antonio Campo Dall’Orto – è una controprova definitiva. E’ proprio un presidente di provincia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Giovanni Attinà

    06 Gennaio 2017 - 12:12

    Il problema è uno solo: con la cosiddetta nuova repubblica( minuscolo sempre) i politici alla Berlusconi e alla Renzi pensano che scegliendo i vertici tv dominano l'Italia e il mondo. In realtà la gente non vive di tv e , quanto alle informazioni, sono di bassa qualità sempre.

    Report

    Rispondi

  • Nambikwara

    Nambikwara

    06 Gennaio 2017 - 11:11

    Ohibò (perbacco), ma non erano solo le "donne di provincia": la RAI come bordello? Certo che l'altro, in Arno, eppur vedeva il futuro, che universale il Dante.

    Report

    Rispondi

Servizi