Con il No trionfa il Purgatorio istituzionale

Il No diabolico travolge l’angelico Sì e si resta però nell’apnea del Limbo

Con il No Trionfa trionfa il Purgatorio istituzionale

Tra Inferno e Paradiso finisce sempre a Purgatorio. Il No diabolico travolge l’angelico Sì e si resta però nell’apnea del Limbo. Cade Matteo Renzi, s’attende il crollo della Borsa e questa, ingrata, vola. Lo chef Bottura dovrebbe andarsene via dall’Italia – ha dichiarato: se vince il No vado in esilio – e invece sta buttando la pasta nella pignatta. Trionfa il Purgatorio istituzionale e Matteo Renzi, a quanto pare, dovrà farselo tutto. Non potrà però emulare Amintore Fanfani, non sarà il Rieccolo bensì il Rèstolo, anzi – Bottura permettendo – il Rimestolo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Nambikwara

    Nambikwara

    07 Dicembre 2016 - 20:08

    Gustòso questo calembour, quanto un arancino classico: migliore, per certo, di come lo farebbe Bottura al prezzo di10 Euri e senza Rèstolo.

    Report

    Rispondi

Servizi