Magma Capitale

La vicenda dei vulcani pronti a svegliarsi accanto a Roma è più inquietante che meramente geologica. Gli scienziati, ieri, hanno dato notizia di un risveglio: quello dei crateri attualmente sommersi nell’area dei Castelli romani. Il suolo sotto Ariccia, Albano e Castel Gandolfo sale di tre millimetr
Magma Capitale
La vicenda dei vulcani pronti a svegliarsi accanto a Roma è più inquietante che meramente geologica. Gli scienziati, ieri, hanno dato notizia di un risveglio: quello dei crateri attualmente sommersi nell’area dei Castelli romani. Il suolo sotto Ariccia, Albano e Castel Gandolfo sale di tre millimetri l’anno: in pratica come Riina detto ’u Curtu. L’esplosione è attesa nei prossimi mille anni ed è un fatto che il magma si depositi intorno alla Città Eterna e quindi presso la torva pompa di benzina di Corso Francia. Trattasi di chiara infiltrazione mafiosa. La Procura di Roma è già al lavoro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi