Una macchia nella cena alla Casa Bianca

Obama vota Sì. L’ultima nota della fanfara spenta appena ieri del viaggio di Matteo Renzi negli Stati Uniti è stata appunto questa.
Una macchia nella cena alla Casa Bianca
Obama vota Sì. L’ultima nota della fanfara spenta appena ieri del viaggio di Matteo Renzi negli Stati Uniti è stata appunto questa, e cioè che il Capo dell’Amministrazione americana vota a favore delle Riforme alla Carta costituzionale promosse dall’attuale governo. Tutti i giornali, tutti i tiggì e anche gli amici da Broccolino hanno fatto rimbalzare questa notizia in forma di spot. Poco importa che Obama non abbia la cittadinanza italiana, requisito minimo per votare, ancora più importante è la sua scelta di campo: al fianco del giovane premier e sempre dalla parte delle conquiste progressive del fronte progressista. Resta il fatto che l’America è sempre più vicina e che con Renzi l’Italia è sempre più in America. Se non fosse inopportuno citare il bandito Giuliano a tal proposito potrebbe dirsi che col governo delle riforme l’Italia può ben sperare di essere la stella mancante tra le tante sotto le strisce della bandiera americana. Obama dunque vota sì ma una macchia nella cena di stato alla Casa Bianca c’è, possibile che ci sono andati tutti e non l’unica che doveva esserci, e cioè Maria Elena Boschi?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi