Vota Dudù

Michela Vittoria Brambilla, volitiva parlamentare di Forza Italia, è entrata alla Camera dei Deputati con il cane Sogno al guinzaglio. Il gesto, nell’eleganza propria della naturalezza, è servito a denunciare l’assenza di ogni riferimento ai quadrupedi nella Riforma di Matteo Renzi. I cani, e gli an
Vota Dudù
Michela Vittoria Brambilla, volitiva parlamentare di Forza Italia, è entrata alla Camera dei Deputati con il cane Sogno al guinzaglio. Il gesto, nell’eleganza propria della naturalezza, è servito a denunciare l’assenza di ogni riferimento ai quadrupedi nella Riforma di Matteo Renzi. I cani, e gli animali in genere, sono esseri senzienti. Hanno diritti polli, gatti, criceti e somarelli e la Carta Costituzionale che verrà dovrà onorarne il ruolo speciale e la qualità specialissima dei cittadini a quattro zampe. L’idea è bellissima, anzi, sacrosanta ma il berlusconismo è fatto di segnali e il messaggio – affidato alla Brambilla, potente più di ogni cerchio magico – è fin troppo chiaro: Dudù non diventerà mai deputato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi