Polizia e afroasiatici

Russia, polizia uccide tredicenne afroasiatico. Aveva una pistola ad aria compressa. E’ accaduto a San Pietroburgo. Gli agenti erano stati chiamati per una rapina a mano armata. Il ragazzo avrebbe estratto l’arma.
Polizia e afroasiatici
Russia, polizia uccide tredicenne afroasiatico. Aveva una pistola ad aria compressa. E’ accaduto a San Pietroburgo. Gli agenti erano stati chiamati per una rapina a mano armata. Il ragazzo avrebbe estratto l’arma. Così secondo la ricostruzione data dalla polizia della Federazione Russa. La polizia, ieri, ha aperto il fuoco colpendo diverse vole e uccidendo il bambino. Mostrando un’immagine dell’arma, il capo della polizia di San Pietroburgo ha spiegato che ha lo stesso aspetto della pistola in dotazione degli agenti. Polizia e afroasiatici. E’ ormai lunga la catena di omicidi. Le organizzazioni umanitarie mobilitate per la difesa dei diritti umani, e così la stampa libera dell’occidente, denunciano l’ennesimo atto di razzismo… o no? No, tutto questo è successo in Ohio, negli Usa, dove succede spesso. Fusse che fusse un caso di dissonanza cognitiva?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi