Il retroscena del blitz dello sceicco in un ufficio pubblico

Il sovrano Mohammed bin Rashid al Maktoum, dopo una visita a sorpresa nella sede di un ente, aggirandosi tra le scrivanie vuote, ha atto il vivamaria e ha licenziato tutti.
Il retroscena del blitz dello sceicco in un ufficio pubblico
Dubai, blitz dello sceicco in un ufficio pubblico. Non c’è nessuno e lui licenzia tutti. La storia ormai è nota. Il sovrano Mohammed bin Rashid al Maktoum, dopo una visita a sorpresa nella sede di un ente, aggirandosi tra le scrivanie vuote, ha atto il vivamaria e ha licenziato tutti. Anche nove alti dirigenti inseguiti dal sibilo della frusta hanno dovuto fare le valigie. Il sovrano dell’emirato ha poi detto: “Chi ha importanti incarichi deve dare esempio”. E’ appunto nota la storia, meno conosciuto è, invece, il retroscena. Lo sceicco è entrato negli uffici al grido di “onestà-onestà” e, subito dopo, affacciandosi dal balcone ha srotolato uno striscione con sopra scritto “Movimento5Mezzelune”. E poi dice l’Italia non esporta politica…

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi