Se Comunione e Liberazione scarica il premier

Comunione e Liberazione butta a mare Matteo Renzi. La consueta intervista di fine estate del Corriere della Sera a Giorgio Vittadini – il capo della Compagnia delle Opere – è stata fin troppo chiara. Alla domanda se vota Sì, il gran Sussidiario dice: “Il voto al referendum è un fatto personale e di
Se Comunione e Liberazione scarica il premier

Comunione e Liberazione butta a mare Matteo Renzi. La consueta intervista di fine estate del Corriere della Sera a Giorgio Vittadini – il capo della Compagnia delle Opere – è stata fin troppo chiara. Alla domanda se vota Sì, il gran Sussidiario dice: “Il voto al referendum è un fatto personale e di coscienza”. Fosse un gesuita sarebbe una risposta da gesuita ma siccome, con rispetto parlando, è un ciellino altra ermeneutica non c’è che prenderla a ridere perché di decisioni “personali e di coscienza” è lastricata la strada del refettorio. Dopo aver abbandonato Silvio Berlusconi, gli eredi indegni di Vittorio Sbardella (non degni di quel pio Squalo, fedele al sudore e al popolo), hanno scaricato l’attuale premier fiutandone l’ormai prossimo capitombolo. E sapere dove si butta Cl vale più di qualunque sondaggio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi