La stampa italiana non molla l'osso sul caso Muraro

Un vero mastino, il giornalismo italiano. Tutto ciò che c’è da sapere sull’immondizia a Roma, si saprà. E no che non molla l’osso, il giornalismo. Snuda l’arma dell’inchiesta contro Paola Muraro, l’assessore comunale nella giunta di Virginia Raggi.
La stampa italiana non molla l'osso sul caso Muraro
Un vero mastino, il giornalismo italiano. Tutto ciò che c’è da sapere sull’ immondizia a Roma, si saprà. E no che non molla l’osso, il giornalismo. Snuda l’arma dell’inchiesta contro Paola Muraro, l’assessore comunale nella giunta di Virginia Raggi e finalmente, a Roma, si scriverà la più bella pagina di verità. Se la vedranno i magistrati, con lei. Saranno loro ad ascoltare l’assessore Muraro che per 12 anni “ha avuto una consulenza nella municipalità romana con compensi di 91mila euro!”. Al giornalismo italiano non la si fa, no. Specie quello dei grandi quotidiani. Sempre pronti ad azzannare i potenti. Detto ciò, il sospetto è sempre l’anticamera della verità: con 91mila euro a botta, la Muraro, avrà di certo aperto un conto alla Banca Etruria!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi