Un’emergenza tutta di pane e dignità

La povertà è in aumento. Siamo nella bella estate del 2016 e la miseria non è stata cancellata dall’orizzonte sociale ma, appunto, aumenta. Gli specialisti, nel caso particolare italiano, hanno individuato una cifra: quasi cinque milioni.
 Un’emergenza tutta di pane e dignità
La povertà è in aumento. Siamo nella bella estate del 2016 e la miseria non è stata cancellata dall’orizzonte sociale ma, appunto, aumenta. Gli specialisti, nel caso particolare italiano, hanno individuato una cifra: quasi cinque milioni. Tra loro, padri di famiglia. Pezzi d’uomini di quaranta o cinquanta di età al cospetto di zero possibilità di lavoro. Cinque milioni di poveri, in Italia, sono già un treno in corsa verso lo schianto. Bisognerà trovare un modo per portare in prima pagina, nelle aperture dei tigì, un’emergenza tutta di pane e dignità. O comunque – per svegliare alla responsabilità il ceto politico e gli squali dell’alta finanza – dare a questi padri di famiglia quantomeno lo stesso spazio riservato all’Italicum.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi