Andrea Lo Cicero, vittima del pregiudizio anti eterosessuale. Peccato

Peccato, proprio un peccato che Andrea Lo Cicero, campione di rugby, individuato da Virginia Raggi quale assessore allo Sport al comune di Roma, alla fine non sia stato nominato.
Andrea Lo Cicero, vittima del pregiudizio anti eterosessuale. Peccato
Peccato, proprio un peccato che Andrea Lo Cicero, campione di rugby, individuato da Virginia Raggi quale assessore allo Sport al comune di Roma, alla fine non sia stato nominato. Forse colpa della parità di genere – nel senso del l’assegnazione degli incarichi tra maschi e femmine – ma più probabilmente colpa del pregiudizio antieterosessuale. Peccato. I Cinque stelle che prendono i voti a destra per poi spassarsela a sinistra dovranno pur trovarselo un riscatto mentale, giusto per non cadere nella palude del conformismo. E comunque, sia chiaro: meglio un Lo Cicero oggi che un Mario Michele Giarrusso per sempre (su cui vale la regola di Leo Longanesi: non è l’idea che preoccupa, ma la faccia che la rappresenta).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi