Oggi sui voli low cost è tutta un'apnea

Che bello che era, un tempo, volare, viaggiare in aereo. Si arrivava in fretta, si sfrecciava nel bel mezzo delle vetrine negli aeroporti, si trovava comunque il tempo di spendere soldi, non c’era altra nevrosi che la sublime Milano da bere e ci s’inebriava negli aeroporti.
Oggi sui voli low cost è tutta un'apnea
Che bello che era, un tempo, volare, viaggiare in aereo. Si arrivava in fretta, si sfrecciava nel bel mezzo delle vetrine negli aeroporti, si trovava comunque il tempo di spendere soldi, non c’era altra nevrosi che la sublime Milano da bere e ci s’inebriava negli aeroporti. Linate era uno spettacolo. Un tempo c’era pure la nebbia. Ed era un imprevisto charmant. Adesso è tutta un’apnea. Tutto un low cost: ginocchia accartocciate e posti già assegnati. Pure gli aerei sono diventati piccoli. E tristi. Forse anche sofferenti di prostata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi