La casa della letteratura chiude perché mancano 50 centesimi

Come se chiudesse Casa Manzoni a Milano. O Casa Goethe a Roma. Ha dovuto chiudere Villa Piccolo a Capo d’Orlando, la casa che fu di Lucio, Casimiro e Agata Giovanna Piccolo di Calanovella.
La casa della letteratura chiude perché mancano 50 centesimi
Come se chiudesse Casa Manzoni a Milano. O Casa Goethe a Roma. Ha dovuto chiudere Villa Piccolo a Capo d’Orlando, la casa che fu di Lucio, Casimiro e Agata Giovanna Piccolo di Calanovella. Giuseppe Benedetto, il presidente della fondazione, ha dovuto chiudere la dimora della letteratura, il luogo dove Giuseppe Tomasi di Lampedusa scrisse il Gattopardo, perché la Regione siciliana non ha erogato gli spettanti fondi – giusto per una discrepanza di soli 50 centesimi – e, come al solito, non gliene fotte niente a nessuno. Soprattutto ai siciliani. Non gliene fotte una beata mentula.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi