L'auriga moderno di Roma

C’era un auriga, ieri, dalle parti di via del Nazareno, a Roma. Niente che riguardi il regime, anzi: si aggirava fra i turisti ignari di cotanta importanza.

C’era un auriga, ieri, dalle parti di via del Nazareno, a Roma. Niente che riguardi il regime, anzi: si aggirava fra i turisti ignari di cotanta importanza. L’affollarsi di armati e impiegati intorno al PdN risultava, infatti, ai visitatori dell’Urbe, più come un punto di folklore che un luogo di autorità. C’era dunque l’auriga ed era vestito tutto di giallo. La sua biga non aveva cavalli ma pedali. Le ruote macinavano note sull’asfalto, giusto un orecchiare del Carmen saeculare e uno degli armati disse no: “Qui funziona solo la sigla di Rischiatutto!”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi