Chi possiede l'amore deve farne cibo

Deve essere successo tante volte a Penelope quando, dopo avere avuto i Proci a cena, s’è ritrovata poi a fare i conti col senso del possesso. Il proprio.
Capitano le cose in un modo brusco. Ma chi possiede l’amore – quando capitano le cose – deve farne cibo. Specie quando gli altri se ne vanno e si resta soli in casa. Deve essere successo tante volte a Penelope quando, dopo avere avuto i Proci a cena, s’è ritrovata poi a fare i conti col senso del possesso. Il proprio. Si sarà lasciata scivolare su un giaciglio. E avrà raccolto a sé – tra le ginocchia, rannicchiandosi – tutto il dolore acuto dell’assenza. Quel Nessuno. Mai presente a Nessuno. Incapace di fare cibo dell’amore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi