Mio padre e quel viaggio in Svizzera inaspettato. Quanta felicità, ma quante sigarette!

Il ricordo di una grande avventura, da ripetere 50 anni dopo

Mio padre e quel viaggio in Svizzera inaspettato. Quanta felicità, ma quante sigarette!
Cara Annalena,   a cinquantasei anni ho deciso di condividere con te questo ricordo di mio padre dedicato a mio figlio Valerio, che anche ieri non sono riuscito a sentire.   Papà se ne andò di casa quando avevo tre mesi, lasciando soli mamma, mio fratello e me. Lo vedevamo poco, anzi pochissimo. Qualche rara visita veloce, accompagnata da immancabili litigi con mia madre. Uno dei primi ricordi che ho di lui, è legato a una breve vacanza in Svizzera...

Registrati per continuare a leggere

La registrazione è gratuita e
consente la lettura
degli articoli
in esclusiva del Foglio
per una settimana.

Se sei già abbonato, ACCEDI.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi