Fenomenologia del viaggio, la nuova normalità europea e Federer. Di cosa parlare nel weekend

Un grande tema di dibattito spiegato bene, qualche lettura da non perdere, un video e vecchie storie che riaffiorano dal passato. Bastano pochi link per rendere speciale il fine settimana…

Fenomenologia del viaggio, la nuova normalità europea e Federer. Di cosa parlare nel weekend

Roger Federer (foto LaPresse)

Per distrarsi sotto le macerie, i fratellini di Ischia giocavano a morra cinese. Spettacolari…”

Edoardo Buffoni


 

Sì, viaggiare

  

Ci sono i viaggi veri e propri dove si prende e si parte e ci sono i viaggi letterari. Ci sono i viaggi nel futuro e ci sono le scoperte tecnologiche e industriali, che sono sempre viaggi entusiasmanti. Passando per i viaggi interiori, dentro la propria anima. Ne abbiamo selezionati alcuni che ci sono particolarmente piaciuti…

 

Perché abbandonare lo Stato islamico, spiegato da alcuni disertori che lo hanno fatto, dopo un lungo travaglio.

 

Viaggio nei segreti di Waymo (cioè Alphabet) per capire come si sta preparando (e cosa sta sperimentando) in vista di un futuro prossimo dominato dalle auto senza conducente.

 

A bordo della tratta ferroviaria più lunga del mondo. Cinque giorni di viaggio dal nord al sud dell’India nel bellissimo reportage di NatGeo.

 

Sulle colline del Libano dove l’economia locale sta mutando dalla (mono)coltura della cannabis al vino cabernet.

 

Il Qatar spenderà l’incredibile cifra di 200 miliardi di dollari per organizzare il campionato del mondo di calcio nel 2022. Intanto godiamoci le prime immagini dei nuovi stadi.

 

Pyongyang, una città in controluce e inafferrabile. Dove si ha la sensazione di essersi mossi dentro uno spazio in cui è difficile distinguere ciò che è reale e ciò che non lo è.

 

La nave LNG (gas naturale liquefatto) russa che ha appena completato la rotta artica tra Europa e Asia senza bisogno di rompighiaccio, aprendo una nuova e più veloce via di transito per i giganti dei mari (potenza del riscaldamento globale).

 

Jorge Luis Borges è stato un buon neuroscienziato. Sistematico, acuto, sottile. Prima e meglio di altri ha intuito i raggiri dei ricordi e raccontato il pantano del tempo. Percorsi estivi di lettura a cura del Tascabile.

 

Da non perdere

 

Da Barcellona alla Finlandia, la nuova normalità europea alle prese con la minaccia del terrorismo (con cui dobbiamo imparare a convivere).

 

Come la lunga crisi finanziaria ha trasformato il panorama bancario globale. Risultato: oggi i più grandi istituti al mondo sono cinesi.

 

L’inchiesta della Reuters sull’abuso del taser (un dispositivo di difesa che fa uso dell’elettricità per immobilizzare i movimenti del soggetto colpito) da parte della polizia negli Usa, e le sue nefaste conseguenze.

 

Perché vinceranno le fake news. L’intelligenza artificiale permette oramai di clonare voce, mimica, calligrafia senza possibilità di discernere il vero. Aprendo la strada a manipolazioni di ogni tipo.

 

In che modo Roger Federer, a 36 anni, ha migliorato il suo modo di giocare a tennis, raggiungendo probabilmente una perfezione tecnica che in passato non possedeva…

 

Vecchie storie

 

Cosa possono insegnare sul razzismo negli Usa del 2017 ciò che scrivevano autori e intellettuali sull’Atlantic di metà Ottocento.

 

Potenza della cristianità. Come ha fatto un oscuro culto praticato nella Palestina romana a diventare la religione più diffusa e dominante nella storia occidentale. Un bellissimo saggio pubblicato da Aeon.

 

Il tremendo tsunami che ha colpito il Giappone nel 2011 rivisto con gli occhi di una piccola comunità di sopravvissuti, nella long read del Guardian.

 

Guarda questo

 

Tutto quel che serve sapere sulle prossime, imminenti elezioni in Germania, riassunto in questo video di Bloomberg…

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi