Imperialismo con disinvoltura

Ci accordammo per l’equivalente di cinque dollari al giorno in cambio della colazione e di un materasso nel salotto di casa. La signora viveva con il suo compagno, un simpatico cubano con una pancia enorme. Montava, illegalmente, antenne tv nelle case dell’Avana. Con la tv l’imperialismo che era stato gettato a mare alla Baia dei Porci nel 1961 stava entrando con disinvoltura.

 

Alessandro Di Battista, “A testa in su”, Rizzoli, pag. 220

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • mario.patrizio

    05 Maggio 2017 - 08:08

    Wow, conosce la storia. Già, quella di quando la CIA è stata sconfitta.

    Report

    Rispondi

Servizi