Ancora tu?

Telese era sempre sfuggente

diari dibba

Telese era sempre sfuggente, lo capisco, avrà avuto mille cose da fare. I suoi “Pronto, ancora tu Alessandro?” suonavano tanto come "Basta, mi hai rotto i coglioni”.


(Alessandro Di Battista, "A testa in su", RIzzoli, pag. 125)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi