Viva i biglietti gratis della Regione per il GP di Monza

Finalmente un po' di "casta" per tutti

Viva i biglietti gratis della Regione per il GP di Monza

C’è sempre un grillino, anche a Milano, che arriva come un bolide lanciato sulla prima fesseria. Basta che profumi di “casta”. Stavolta è un consigliere regionale, Stefano Buffagni, che lancia un allarme degno di miglior causa sui biglietti omaggio del Gran Premio di Monza. Che è un evento anche per Milano, e anche per tutta la regione. La Regione, appunto: “Scopriamo che ogni consigliere regionale ha a disposizione 6 biglietti da usare come vuole. 6, dico, SEI (ah, le maiuscole, ndr). Si parla di almeno 480 biglietti omaggio. Pazzia!”.

 

Ora, basterebbe sapere che la Regione del Parco di Monza è in parte proprietaria, e che se all’Autodromo corre ancora la Formula Uno è perché molto impegno ci ha messo Bobo Maroni, e molti quattrini per rilanciare l’impianto. Basterebbe per capire che la Regione, a Monza, è “padrona di casa”, e non un portoghese abusivo. Ma la Regione si premura di far sapere che “la novità è invece che quest’anno, per la prima volta, 200 biglietti verranno messi a disposizione dei ragazzi del Csi, cioè degli oratori lombardi e 100 ai dipendenti di Regione, che saranno assegnati per sorteggio”. Bene anche questo, se bisogna mettersi per forza al riparo dei populisti con un po’ di buonismo. Ma allora, già che c’erano, non potevano tirar fuori qualche biglietto anche per i richiedenti asilo?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi