Sabato e domenica nel Foglio. Che cosa c'è nell'inserto culturale del fine settimana

Come tutti i weekend nel giornale ci sono dodici pagine di inserto culturale

Sabato e domenica nel Foglio. Che cosa c'è nell'inserto culturale del fine settimana

Yellow-Red-Blue, Wassily Kandinski

Come tutti i weekend nel giornale ci sono dodici pagine di inserto culturale. Ecco che cosa trovate in edicola (e potete scaricare qui dalla mezzanotte di venerdì)

 


 

La bomba francese - “Una conquista senza sangue né esplosioni. Perché un’islamizzazione strisciante porta alla resa multiculturale”. Intervista all’autore di “Partition”, libro-choc sulla divisione della République  - di Giulio Meotti

 

I cadorna d'Italia - Non solo il generale di Caporetto. Nella nostra storia politica non si contano i vincitori dileggiati e gli sconfitti osannati - di Stefano Cingolani

 

Il disastro dei sequestri - I beni sottratti dallo Stato alla mafia  marciscono tra gli scandali. Che fine faranno quelli tolti ai corrotti? - di Riccardo Lo Verso

 

Bello e littorio - La scemenza antifascista vuole abbattere monumenti e architetture del fascismo. Che invece hanno storia e grande dignità culturale - di Michele Masneri

 

Trump e il suo profeta - “Le mie idee ce l’hanno fatta, non io”. Incontro con Pat Buchanan, in una casa piena di storia americana - di Mattia Ferraresi

 

La devota Tosca e il suo eroe per caso travolti dalla passione - L’opera nell’allestimento originale del debutto, che avvenne sempre al teatro Costanzi. Il suo autore doveva essere il successore di Verdi (l’idea fissa di Giulio Ricordi), ma anche qui sui grandi ideali alla fine prevalgono i sentimenti - di Marina Valensise

 

Le ferie ai tempi di Breznev -  Li chiamano sanatori, erano la via socialista alla cura del corpo. Sono tuttora molto frequentati - di Micol Flammini 

 

Un brindisi per Brin - Ha inventato il giornalismo di costume senza cadere mai nel conformismo. Un libro celebra il suo sguardo unico sul mondo - di Simonetta Sciandivasci

 

Ciro d'Italia - Da attaccante di scorta a leader in campo. Con i suoi gol Immobile ha smentito il luogo comune dei bomber che segnano solo con Zeman - di Beppe Di Corrado   

  

Nuovo cinema Mancuso, una pagina di recensioni sugli ultimi film in uscita nelle sale, a cura di Mariarosa Mancuso

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Nicolass

    14 Ottobre 2017 - 11:11

    È già da qualche anno che le pagine culturali del sabato sono diventate pesantemente ripetitive. Girano sempre intorno ai soliti quattro temi: giustizialismo/garantismo, islam/chiesa/assenza di dio, start up, Grillo/Trump/populismo. Enough's enough.

    Report

    Rispondi

  • Giovanni Attinà

    13 Ottobre 2017 - 19:07

    Appetto sempre la paginata dedicata a Leo Longanesi, nel sessantesimo della morte magari a firma Buttafuoco. Tra l'altro, se non ricordo male, Irene Brin è stata un'invenzione di Longanesi.

    Report

    Rispondi

Servizi