Sabato e domenica nel Foglio. Che cosa c'è nell'inserto culturale del fine settimana

Come tutti i weekend nel giornale ci sono dodici pagine di inserto culturale. E in più in regalo un numero da collezione. Ecco che cosa trovate in edicola

Sabato e domenica nel Foglio. Che cosa c'è nell'inserto culturale del fine settimana

Come tutti i weekend nel giornale ci sono dodici pagine di inserto culturale. E in più in regalo un numero da collezione. Ecco che cosa trovate in edicola (e che potete scaricare qui dalla mezzanotte di venerdì

 


 

Il Dio de la revolución - Il catechismo dirompente di Francesco segna una svolta nella dottrina della chiesa. Una semplificazione di successo che non risponde però al dramma della modernità – di Matteo Matzuzzi

 

Se questa è Torino - Nella città di Primo Levi, universitari e intellettuali si fanno “carnefici” di Israele. Benvenuti nella capitale del boicottaggio dello stato ebraico – di Giulio Meotti

 

Un ponte chiamato Toscanini - Parole e musica: tra Italia e Stati Uniti, Salini Impregilo ricorda il leggendario direttore nato 150 anni fa – di Mattia Ferraresi


All’ultimo stadio - Prima di Tor di Valle. Dall’Erbetta secca alla Piazza d’armi al Parco dei daini: cosa non s’è fatto a Roma per avere un campo di calcio – di Maurizio Stefanini


La tv dei capipopolo - Guardate Giletti: era un conduttore brillante, il grillismo l’ha trasformato nel Santoro dei poveri – di Andrea Minuz

 

La leva culturale - Festa a Parigi. Il Beaubourg voluto da Pompidou e disegnato da Piano compie quarant’anni. Nato tra le polemiche, è più in forma che mai – di Mauro Zanon

 

La leva militare – Svezia infelice. La società del benessere s’è ristretta ed è meno sicura di sé. Crescono le tensioni con l’islam e la Russia. Così torna la naja – di Stefano Cingolani

Il cinepantalone - Dal grande schermo al palcoscenico, un Italian Style che fa ancora scuola. Le sartorie teatrali: maestri da Oscar, costumi da museo – di Fabiana Giacomotti

 

Il dr. Ingoia e mister flop - Non ne va una dritta all’ex pm della Trattativa. Dopo la disfatta elettorale, ecco l’inchiesta per peculato – di Luciano Capone

Papà arriva dopo - L’umanità ha impiegato millenni per scoprire la paternità. E’ stata una rivoluzione con qualche egoismo, ma poi con vantaggi per tutti – di Roberto Volpi

La furia suicida di Mosul - Nella battaglia decisiva non ci saranno trattati di pace. E’ una guerra di annientamento in cui i miliziani dello Stato islamico possono solo essere uccisi o farsi esplodere. Reportage dal fronte – di Daniele Raineri

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi